Botta e risposta sulla questione violenza negli stadi tra Alfano e Malagò

Dichiarazioni importanti quelle rilasciate da Alfano durante l’inaugurazione della sala dedicata all’ex capo della polizia Antonio Manganelli, morto tre anni fa, riguardanti la questione della sicurezza negli stadi: “Dall’entrata in vigore del decreto contro la violenza negli stadi sono diminuiti i feriti – sia tra il pubblico che tra le forze dell’ordine – e gli episodi di violenza negli stadi. Dal 15 luglio al 31 ottobre scorso sono state monitorate 793 partite.

Gli incontri con feriti sono diminuiti del 24%. Il numero dei feriti tra i civili si è ridotto del 41,7%, mentre è diminuito del 59,4% tra le forze dell’ordine. Il numero dei denunciati è cresciuto del 25,7%. L’obiettivo è restituire il pallone alle famiglie e ai bambini e non lasciarlo in mano ai violenti. Il decreto ha funzionato, ma lavoriamo per migliorare i dati“, riporta l’Ansa. Immediata la risposta del presidente del Coni Giovanni Malagò, sempre sull’Ansa: “Sotto il profilo della lettura dei numeri non c’è ombra di dubbio che siamo sulla buona strada. Però, è anche chiaro che finora si è pagato un prezzo in fatto di spettatori. Potremo dire di aver vinto quando, accanto ai numeri in diminuzione dei problemi all’interno e all’esterno degli stadi, ci sarà anche un numero in crescita da parte di chi va allo stadio, sopratutto famiglie“.

 

[Fonte: http://lnx.lazialita.com/2016/11/25/botta-e-risposta-sulla-questione-violenza-negli-stadi-tra-alfano-e-malago/]

Stadi numeri

AlboStriscioni

AlboSteward

Determine

 

PARTNER 

betafence logo

Ceiadallmeier logo

RCF

Secursat

Skidata

 

 

A.N.DE.S. - Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza
Piazza Matteotti, 25 - 41030 Bomporto (MO) Italy
C.F. 93194260233 - P.I. 03867740239 - Codice identificativo fatturazione elettronica: USAL8PV
Privacy policy