“Il caso Catania ben presto diventerà una realtà nazionale: serve quanto prima un tavolo di concertazione con tutte le parti in causa”. Così Ferruccio Taroni, presidente dell’A.N.DE.S, l’Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza, in merito alle decisioni prese in merito al match del campionato di serie C Catania-Casertana, in programma domenica 24 novembre dalle 15, che si giocherà a porte chiuse per via della mancanza di un numero sufficiente di steward per garantire la sicurezza delle tifoserie.

Si è svolto a Roma nei giorni 12 e 13 ottobre il momento formativo indetto annualmente dalla FIGC e rivolto ai delegati per la gestione eventi e agli SLO di Serie A e di Serie B (quello per gli omologhi di Lega Pro si terrà il 29-30 ottobre, sempre a Roma). In questa occasione A.N.DE.S. è stata chiamata a portare la propria testimonianza tramite il Presidente Taroni che ha trattato il tema del Piano di gestione dell'evento, documento che deve essere redatto da ogni delegato per la gestione evento così come previsto dall'allegato D del Deceto del Ministro dell'Interno del 13 agosto 2019.

A questo link sono liberamente scaricabili le slide della presentazione [clicca qui].

“Il nuovo decreto ministeriale ha accolto diverse delle istanze che l’Andes ha presentato negli ultimi anni. Siamo soddisfatti che il documento riconosca la professionalità e la competenza dell'associazione ma permangono zone d’ombra per le quali siamo pronti a lavorare presentando ulteriori proposte”. Così Ferruccio Taroni, presidente dell’A.N.DE.S, l’associazione nazionale delegati alla sicurezza, fa il punto della situazione dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il 23 agosto scorso, del decreto del ministero dell’Interno (datato 13 agosto) in materia di “Organizzazione e servizio degli steward negli impianti sportivi”.

«Il decreto del ministero dell’Interno, a firma Salvini, impone troppe restrizioni per i lavoratori stranieri che vogliano diventare steward: per questo speriamo che il nuovo governo possa trovare al più presto una soluzione». E’ l’appello lanciato da Ferruccio Taroni, presidente dell’A.N.DE.S, l’Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza, che tramite i suoi associati gestisce oltre trentamila steward negli stadi di tutta Italia. Taroni fa riferimento al decreto del 13 agosto scorso, sottoscritto dall’ormai ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, che impone norme più strette per l’accesso al lavoro di steward per i cittadini stranieri.

«In tutta Italia pochissimi stadi risultano in regola per le norme Evac, richiamate nel decreto del 1996. E’ l’ennesima prova, semmai ce ne fosse ancora bisogno, che sulla gestione della sicurezza nel nostro Paese serve più formazione e organizzazione». E’ uno dei temi emersi dal 21esimo convegno nazionale dell’A.N.DE.S, l’Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza, che si è svolto martedì 2 luglio all’Allianz Stadium, di Torino. Convegno che ha riunito i delegati alla sicurezza di tutta Italia, che lavorano tutto l’anno con oltre trentamila steward.

Pagina 1 di 8

Stadi numeri

AlboStriscioni

AlboSteward

Determine

 

PARTNER 

Secursat

ViBi

dallmeier logo

 

 

Logo Skidata

 

 

RCGLogo

 

 

A.N.DE.S. - Associazione Nazionale Delegati alla Sicurezza
Piazza Matteotti, 25 - 41030 Bomporto (MO) Italy
C.F. 93194260233 - P.I. 03867740239 - Codice identificativo fatturazione elettronica: USAL8PV